Arbitrato

L’arbitrato è uno strumento sostitutivo della giurisdizione attraverso il quale le parti sottraggono al giudice ordinario la soluzione di una controversia per rimetterla a dei soggetti privati. Possono essere deferite agli arbitri tutte le controversie aventi ad oggetto diritti disponibili.

Il Codice di Procedura Civile disciplina l’arbitrato c.d. rituale, che trova la propria origine nella clausola compromissoria, ossia il negozio giuridico attraverso cui le parti stabiliscono che le controversie che dovessero insorgere tra di loro verranno decise da uno o più arbitri.

Il compromesso, invece, è l’accordo con il quale le parti deferiscono agli arbitri una controversia già insorta tra di loro. La decisione presa dagli arbitri assume la veste di un provvedimento denominato lodo arbitrale, che ha gli stessi effetti di una sentenza pronunciata dall’Autorità giudiziaria dalla data della sua ultima sottoscrizione.